Campiglio: in vetta per eleganza e tradizione (prima parte)

Una delle località più famose del Trentino è senza dubbio Madonna di Campiglio, rinomata per le sue piste da sci e su tutte la 3 Tre, sulla quale si disputerà il 22 Dicembre lo Slalom Speciale notturno maschile valido per la Coppa del Mondo. Per tutti coloro che amano gli sport invernali, da qualche anno è stato creato il comodo e utile collegamento sciistico con Pinzolo che ha dato vita alla più grande skiarea del Trentino: Campiglio Dolomiti di Brenta, con un totale di 150 km di piste, 93, di cui 44 blu, 35 rosse, 14 nere e in sedici minuti di ovovia si va da Pinzolo a Campiglio. Altre novità sono in arrivo per la stagione invernale 2016-2017, come si può leggere sul sito dell’APT.

rifugioviviani.it
rifugioviviani.it

Campiglio, però, non è solo sci, come so bene io che ci vado da molti anni, meglio… dalla nascita!
E se non è sufficiente questa credenziale, posso, comunque, citarvi fonti ben più qualificate e oggettive in merito. Ad esempio, sul Corriere della Sera di venerdì 21 Ottobre, la Perla delle Dolomiti risulta al 2° posto, nella classifica 2016/2017 Skipass, dopo Cortina. Il punteggio è ottenuto sommando cinque fattori: essere famosa, essere trendy, avere belle piste, avere alberghi confortevoli, offrire più servizi. Ma, e qui viene il bello, è prima nella classifica dell’essere trendy!
A onor del vero, non è stata la pagina del giornale a farmi venire l’idea di questo articolo; prova ne sono le foto che metterò a corredo dello scritto: le scattai a fine vacanza estiva, dopo aver accennato ai proprietari dei vari negozi ( persone squisite, con le quali intrattengo ormai, insieme alla mia famiglia, un rapporto che mi piace definire di amicizia) ciò che avevo in mente. Lungo le belle vie, perlopiù chiuse al traffico, e nelle incantevoli piazzette, ci sono tanti ed eleganti negozi e boutique in grado di soddisfare le più svariate richieste. Non esaurirò i miei suggerimenti con questa pagina, ma parto con qualche proposta per invitarvi a una visita durante la stagione invernale che è da poco partita, magari già nell’imminente ponte dell’Immacolata

img_5213

Voglio partire con “Casa Cozzio”, affascinante negozio d’antiquariato che apre le sue vetrine sulla sinistra di Piazza Righi, per la precisione in via Cima Tosa 3. Il punto vendita è stata creata nel 1998 da Lorenza e Lorenzo che la gestiscono insieme alla fidata e brava collaboratrice Chiara. Già le vetrine e gli espositori all’esterno anticipano la varietà dell’offerta, ma varcata la soglia, lo sguardo è come rapito e scova in ogni angolo una meraviglia: oggetti d’alto antiquariato e sculture in legno, quadri e luster, porcellane e ceramiche

img_5205

Nelle vetrinette sono in bella mostra bijoux degli anni ’20 e ’30 del Novecento e alta gioielleria antica: chiedete a Lorenza, che saprà consigliarvi su un acquisto di cui non vi pentirete assolutamente.
La scala, pure usata per esporre ogni genere di oggettistica, porta al piano superiore, regno di Lorenzo: arredo e oggetti di montagna, quadri sacri di pregio, ninnoli e oggetti stravaganti, sotto lo sguardo bonario di un orso imbalsamato (come poteva mancare?)…

img_5215

Il tratto distintivo del negozio è senz’altro la raffinatezza, l’eleganza; domina, naturalmente, lo stile di montagna, ma molti sono gli oggetti che ben possono entrare in una casa di campagna e non solo… Non mancano, come ho già accennato, anche oggetti stravaganti, per certi versi un po’ kitsch, ma sono numerosi gli estimatori del genere. Epoche diverse si mischiano: il passato, prossimo o remoto, vive accanto al presente e fa l’occhiolino al futuro.

certificato-cozzio

Un cenno a parte meritano le strenne natalizie, in esposizione anche durante l’estate per i più lungimiranti e per tutti coloro che non amano le corse faticose dell’ultimo momento… Certo, visti in questi mesi, magari con una spruzzata di neve fuori, le luci di Natale che rendono la Piazzetta e tutta Campiglio magica, hanno il potere di svegliare il bambino che c’è dentro ognuno di noi… ed è una sensazione veramente molto piacevole!
Credetemi, una visita al negozio vi farà felici e sono pronto a scommettere sul fatto che difficilmente riuscirete a uscire a mani vuote; l’inconfondibile borsina di Casa Cozzio conterrà un ricordo, più o meno importante, della vostra vacanza.

borsina-cozzio

Dire “Lorenzetti”, vuol dire eleganza. La prestigiosa boutique d’abbigliamento, fondata nel 1960 e da qualche anno regno dalle sorelle Assunta e Barbara, è meta tutto l’anno dei turisti in cerca delle novità in fatto di abbigliamento e accessori dei più famosi stilisti italiani e internazionali. Il punto vendita per eccellenza è quello situato in Piazza Lorenzetti, aperto tutto l’anno (fatto non così scontato, come sa bene chi frequenta la località anche fuori stagione…). Qui si trovano outfit delle più prestigiose marche, sia per donna che per uomo e bambino, mentre il piano superiore è dedicato agli amanti degli sport invernali.

img_5216

Ad accogliere gli esigenti clienti ci sono tante signore, che chiamare commesse è riduttivo, tutte molto preparate, disponibili e capaci di soddisfare ogni richiesta e di scovare proprio il capo che il cliente sta cercando o, anche, di proporre qualcosa di inusuale, ma che lo fa stare subito bene! Buon gusto e moda qui viaggiano a braccetto: Barbara e Assunta sanno scegliere per i loro negozi capi di tendenza, senza dimenticare la qualità; trendy, ma raffinati.
Il resto, come ho già detto ma vale la pena di ripetere perché non è da sottovalutar e non è così scontato, lo fa l’infaticabile personale che corre su e giù per il negozio per soddisfare ogni esigenza, consigliando su ciò che valorizza la personalità di ogni cliente. Entrando, avrete il piacere di conoscere Elena, Antonella, Laura, Chiara, Chantal, Paola, Amanda, Tunde, Roberta M., Francesca, Giovanna, Patrizia, Mattia Claudia, Bruna, Roberta F., Roberto, Tatiana e Federica, solerti e competenti. Spendo una parola in più per Elena e Antonella, per il solo fatto che le conosco meglio e ho con loro un vero rapporto di amicizia: mia madre dice che riescono sempre a trovare il capo che fa per lei, ma non si limitano a questo! La frase “ Ma dai, provalo, cosa ti costa?” davanti alla reticenza nel provare un capo che non lei non avrebbe mai scelto di sua iniziativa, quasi sempre è seguita da un sorriso soddisfatto. E non solo della personal shopper! (Ecco, adesso che ci penso, questa è il giusto termine per definire il personale del negozio!). Poi c’è Marco: in fatto di scarpe, non lo batte nessuno; lui non si limita a venderti un paio di scarpe, ma sa come risolvere eventuali problemi di adattamento a un piede, magari un po’ difficile (suolette, cuscinetti…).

img_5256

img_5227

Anche qui, mi verrebbero da dire le stesse cose che per Casa Cozzio: una visita in negozio equivale a un’ora o più di spensieratezza e leggerezza… E mentre fuori nevica, la turista si rilassa: leva piumino, stivali, maglione, sciarpa, berretto…(insomma, proprio una montagna di indumenti.!.) per provare un abito a fiori della collezione della prossima primavera-estate, mentre il marito-compagno-figlio… si fa tentare da un paio di freschi pantaloni di lino… E l’estate è già lì! E sì, è anche questo il bello: poter provare con calma e senza stress, trovare il capo giusto per i mesi estivi e, tornando in città, portare a casa il sogno di altre vacanze… Vi sembra poco?

img_5217

img_5225

Questa è solo la prima “puntata” dei brevi pezzi che dedicherò ai negozi, e anche ai luoghi di ritrovo, di Madonna di Campiglio. Presto ve ne proporrò qualcun altro e via di seguito, di tanto in tanto…
Buon ponte a tutti: vette stupende e charme vi aspettano!

I commenti sono chiusi.