Campiglio in vetta per eleganza e tradizione (terza parte)

E’cominciata la primavera, ma questo lungo inverno non ci vuole salutare ancora, per cui, quest’anno più che mai, non è assolutamente fuori luogo pensare di trascorrere ancora qualche giorno di vacanza in montagna a Pasqua; il mare può attendere giorni più assolati e caldi… E qui arrivo io! Non è certo una novità che non mi faccia scappare l’occasione di consigliarvi Madonna di Campiglio, suggerendovi soste piacevoli per chiudere una mattinata sulle piste, o passata a prendere il sole sulle terrazze dei rifugi. Chi mi segue, sa che già in due altre occasioni sul blog ho illustrato angoli della perla delle Dolomiti che non si possono non toccare, per vari motivi (moda, cibo, artigianato..).
E allora, via con una nuova (e non ultima!) puntata.

Siete di quelli che alla fine di una vacanza si portano via qualcosa che una volta tornati in città li aiuta a ritrovare la magia vissuta durante la vacanza? Qualcosa di profumato, ma non destinato al palato, che vi accompagnerà nelle vostre giornate di lavoro, quando la vacanza sarà diventata solo un bel ricordo,o vi accoglierà ogni volta che aprirete la porta di casa? Sul viale Dolomiti, la via dello shopping, si trova l’elegante negozio “Profumo di Campiglio” con le belle e brave Veronica e Stefania ed il simpatico Daniele che vi guideranno alla scoperta di profumi e prodotti di bellezza unici, ispirati all’aria tersa e frizzante delle Dolomiti di Brenta in una manifattura di alta profumeria. Fragranze fresche e decise che racchiudono il brio della brezza montana e celano un cuore caldo che riporta all’atmosfera accogliente dei rifugi alpini. Quattro le fragranze proposte, tutte dedicate alla montagna e all’ambiente fantastico in cui nascono. A voi la scelta tra i Classici da uomo e da donna, con note di legni o frutti rossi; il Dolomia, delicato ed equilibrato e l’ultimo, interessantissimo, Cuore di Ghiaccio, presentato durante la settimana di “Pitti uomo” a Firenze.
Oltre a ciò e ai profumatori d’ambiente, la possibilità di portarvi via il profumo delle Dolomiti si amplia con una linea cosmetica completa, composta da vari prodotti per viso e corpo, tra cui crema idratante, siero viso, crema mani e tanti altri, tutti a base di prodotti naturali e di altissima qualità. Diverse le proprietà che presentano, a seconda degli ingredienti, e non sono solo idratanti e nutrienti, ma anche lenitivi, defaticanti e rinfrescanti.
A questo proposito, particolarmente gradito e utile ai turisti che in ogni stagione dell’anno affollano la località, sulle piste da sci in inverno, sulle alte cime meta di scalate, come sui numerosi sentieri in mezzo a boschi indimenticabili in tutte le altre stagioni, il gel per i massaggi con arnica e artiglio del diavolo. E’ un ottimo defatigante e rilassante per i muscoli indolenziti o doloranti. Perfetto per le giornate all’insegna dello sport o delle lunghe passeggiate.
Il resto ( certo, c’è dell’altro!) lo scoprirete varcando la soglia della raffinata profumeria.

Sempre nella stessa via, ma sulla sinistra venendo da Pinzolo, non potete non ammirare le vetrine di un negozio unico, che propone abbigliamento di montagna, “ Stile Alpino”. Questa boutique è relativamente nuova, in quanto ha aperto a Madonna di Campiglio nell’estate del 2012 e si rivolge soprattutto a coloro che apprezzano la bellezza di un’eleganza che si abbina in modo armonico con l’ambiente circostante. Lo store multimarche offre outfit per donna, uomo e anche bambino, sia classici che informali, realizzati con materiali naturali e pregiati, finissime lane merinos, cachemire, shetland e le intramontabili, e oggi anche leggerissime, lane cotte, proposte in tonalità nuove, che vanno oltre l’intramontabile verde, e sono legate alla stagione.
Ogni capo o accessorio è il risultato di un’appassionata e continua ricerca per la quale la proprietaria, Raffaella Magri, si affida alle migliori aziende del settore non solo italiane, ma anche austriache e tedesche.
Ecco allora i capi classici di montagna, le giacche con il collo a giro, i gilet ( grande ritorno anche nelle sfilate milanesi di febbraio), le camicie da donna particolarmente curate nei particolari, sempre di classe e originali…In questa boutique, grazie alla gentilezza e alla competenza della signora Raffaella, ognuno riceve il giusto consiglio, sentendosi a proprio agio nella scelta di capi che rimandano nello specchio l’immagine di un “noi” diverso dalla massa, ma decisamente “a posto”. “…ogni capo o accessorio si abbina correttamente anche ai look da città, oltre le mode effimere”. Così ci assicura la gentile proprietaria che aggiunge: “ L’utilizzo dei migliori materiali rispecchia l’essenza della vera classe: sontuosità discreta che si rivela alla seconda occhiata!”

Per chiudere questa terza puntata, intendo segnalarvi proprio uno degli ultimi negozi che si incontrano salendo lungo la via Cima Tosa, una strada in salita affiancata da numerosi hotel. Qui si trova “Campiglio legno”, un tipico negozio di artigianato montano. Aperto nel lontano 1982, è specializzato nella produzione e vendita di articoli da regalo ed oggettistica di artigianato in legno. Gli oggetti vengono realizzati nel laboratorio situato proprio sotto il negozio, con essenze selezionate e in serie limitata. Di particolare importanza la finitura di ogni pezzo che, unita alla scelta di materiali di pregio, rende davvero unici gli oggetti esposti.
All’interno la signora Giovanna vi guiderà fra complementi di arredo per la casa, decorazioni, fiori secchi e, imperdibili in ogni stagione, articoli natalizi, tra cui le classiche statuine per presepio, in legno di tiglio e acero, naturali o decorate, di varie misure. Anche se i nostri presepi dormono imballati accuratamente, state certi che qui non potrete resistere alla tentazione di un nuovo pezzo e, fra i molti esposti, ne troverete qualcuno che vi manca e andrà ad arricchire la scena il prossimo anno.
E se avete un giardino, non potete non prendere in considerazione le casette-mangiatoia per uccellini: sono veramente particolari e daranno un tocco unico al vostro angolo verde, soprattutto in inverno, quando gli alberi sono spogli, ma sono affollati da tanti piccoli volatili alla ricerca di cibo.

Vi ho convinto? Io sono sicuro di avervi dato ottimi consigli, a voi giudicare di persona. Se mi incrociate, fatemi un cenno: possiamo berci un buon caffè insieme.
Buona Pasqua a tutti e ricordatevi che, per chi è credente, partecipare alla Santa Messa celebrata da Don Romeo è un’esperienza da non perdere. Di lui, prima o poi vi parlerò seriamente: è una promessa.

E’ Pasqua: ci vuole la sorpresa. Vi regalo qualche immagine in più.

6 pensieri su “Campiglio in vetta per eleganza e tradizione (terza parte)

  1. Sicuramente li hai convinti! E i proprietari dei negozi, sono molto fortunati ad averti come giornalista! Ciao Paolo…per gli auguri ci sentiamo.

  2. Bellissimo posto che ho frequentato ininterrottamente per 12 anni quasi sempre d’estate.Vale la pena toccare con mano e vedere con gli occhi le bellezze della Val Rendena.In questo articolo metti in risalto proprio le caratteristiche e i posti in modo eccellente.Ciao Paolo

I commenti sono chiusi.