Federer esulta hindustan times

Le dieci partite più belle di Federer nel 2018 (VIDEO)

Sta per finire il 2018 e è tempo, quindi, di bilanci anche nello sport. Uno dei personaggi dell’anno è stato ancora una volta Federer. Il perchè è presto detto: è riuscito a vincere un altro Slam, è tornato in vetta al ranking e si è avvicinato moltissimo ai cento titoli in carriera, il tutto a trentasette anni. Perciò, è bello ripercorrere la sua annata attraverso dieci match che rimarranno nella storia. Tra l’altro proprio oggi torna in campo nella Hopman Cup, torneo ufficioso a squadre che Roger disputa per il terzo anno di fila in preparazione al primo slam dell’anno che per lui sarà anche il primo torneo ufficiale del 2019, un’altra annata che auspichiamo ricca di successi.

Finale Australian Open vs Cilic (6-2,6-7,6-3,3-6,6-1 ) 28 Gennaio

Non è stato facile scegliere quale partita mettere al primo posto ma probabilmente per lui e per i suoi tifosi è stato più emozionante trionfare per la ventesima volta in uno slam piuttosto che tornare al numero uno del ranking. Ecco quindi la finale di Melbourne, dove Federer ha avuto la meglio su Cilic in cinque avvincenti set.

Quarti di finale ATP Rotterdam vs Haase ( 4-6,6-1,6-1 ) 16 Febbraio

Al secondo posto non un ultimo atto di un torneo ma un quarto di finale che ha signifcato molto di più, come conferma la commozione del Re alla fine del match. Nel terzultimo turno del torneo olandese, infatti, Roger ha avuto la certezza di tornare in cima alla classifica ATP, a cinque anni e mezzo dall’ultima volta, a trentasei anni e mezzo, a quattordici anni dalla prima volta ed il più vecchio di sempre. Il tutto è avvenuto battendo in rimonta il giocatore olandese.

Finale Swiss Indoors vs Copil (7-6,6-4) 28 Ottobre

Sull’ultimo gradino del podio la finale vinta da Federer nel torneo di casa contro il rumeno Copil. Partita importante, tanto da indurre l’elvetico a commuoversi, per due motivi: innanzitutto Roger interruppe una striscia, che per i suoi standard iniziava ad esser un po’ lunga, di cinque tornei senza esultare e poi perchè si è avvicinato tantissimo ai cento titoli in carriera, traguardo distante ormai solo una lunghezza.

Finale Mercedes Cup vs Raonic (6-4,7-6), 17 Giugno

Appena giù dal podio l’ultimo match del torneo a Stoccarda, vinto quest’anno per la prima volta da Federer che ha battuto in finale il tennista canadese in soli due set.

Semifinale Mercedes Cup vs Kyrgios (6-7,6-2,7-6 ) 16 Giugno

Ultima partita della top five la penultima del torneo tedesco, importante perchè, superando Nick soltanto con un equilibrato tie break del terzo set e dopo aver perso il primo, Roger tornò di nuovo al numero uno del ranking, per la terza volta nel 2018.

Finale Atp Rotterdam vs Dimitrov (6-2,6-2) 18 Febbraio

Di poco fuori dai primi cinque l’ultimo match del torneo olandese, vinto nettamente contro il bulgaro.

Semifinale BNP Paribas Open vs Coric (5-7,6-4,6-4) 17 Marzo

Ecco il penultimo atto del primo Master 1000 dell’anno, vinto in rimonta di un set e un break contro il croato. L’importanza di questo successo sta nel fatto che Federer stabilì la miglior striscia di vittorie (17) da inizio anno di sempre, migliorando il precedente record del 2006 (16).

https://my.mail.ru/mail/www.kunal.panwar/video/33/428.html

Semifinale Swiss Indoors vs Medvedev (6-1,6-4) 27 Ottobre

Torniamo al torneo di casa col penultimo match, probabilmente quello giocato meglio da Roger che asfalta il next gen russo in due set molto brevi.

Terzo match round robin Atp finals vs Anderson 15 novembre 6-4,6-3

Siamo nell’ultimo torneo dell’anno, il quinto per ordine di importanza dopo i quattro slam. Federer ha battuto nettamente il sudafricano che aveva molto ben impressionato nelle prime due partite contro Thiem e Nishikori. Per Roger è la rivincita del quarto di finale perso a Wimbledon in modo clamoroso considerato che aveva vinto i primi due set.

Quarti di finale Master 1000 Cincinnati vs Wawrinka 17 Agosto 6-7,7-6,6-2

Nel torneo in Ohio l’elvetico ebbe la meglio nel derby contro Stan in tre set dopo aver perso il primo set ed aver vinto il secondo soltanto al tie break, nel quale si ritrovò a due punti dalla sconfitta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *